Si chiama WikiMoRE ed è una guida, pensata dagli aderenti all’Associazione studentesca Unione Universitaria – UDU dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, per accompagnare principalmente le matricole dell’Ateneo nell’inserimento in un ambiente per loro affatto nuovo, di cui non si conoscono i luoghi, le strutture, i servizi e gli adempimenti da compiere.

WikiMoRe  si rivolge alle matricole con un linguaggio appropriato ai cosiddetti “nativi digitali” e, infatti, ogni sezione della guida è corredata dal codice QR, che ne consente la lettura anche tramite cellulare e smartphone.
Gli studenti dell’associazione studentesca Unione Universitaria – UDU dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia hanno dato alle stampe una guida informativa sulla vita universitaria dell’Ateneo. Si chiama WikiMoRe e – ad imitazione della celeberrima “enciclopedia” virtuale – ha la pretesa di offrire agli studenti di Modena e Reggio Emilia un compendio di tutte le informazioni utili per muoversi con perizia all’inteno dell’ambiente accademico e, soprattutto, esercitare con consapevolezza i propri diritti.
L’opuscolo WikiMoRe, nelle 20 pagine che ne compongono la pubblicazione, organizzata per sezioni, è pensato per rispondere prevalentemente agli interrogativi e necessità delle matricole Unimore, alle prese con problematiche molto pratiche e concrete che riguardano l’ubicazione e distribuzione delle strutture universitarie “ reali”, quali mense, biblioteche e alloggi, ed altre “virtuali”, ovvero il sito unimore ed il sistema Esse3, attraverso i quali lo studente – una volta immatricolato – potrà con le proprie credenziali personali accedere a tutti gli adempimenti: domande bando benefici, pagamento delle tasse universitarie, iscrizioni agli esami, autocertificazioni e libretto elettronico.

La guida WikiMoRe, proprio perché realizzata dagli stessi studenti Unimore è in grado di rivolgersi ai coetanei con un linguaggio immediato e facilmente comprensibile, appropriato ad una platea di cosiddetti “nativi digitali”, che abbandona quelle espressioni burocratiche che caratterizzano – troppo spesso – bandi, delibere e materiale informativo pubblicato dall’Ateneo, la cui lettura richiede enormi sforzi di concentrazione ed attenzione. Ogni sezione di WikiMoRe, poi, è corredata dal codice QR, ovvero dalla matrice nella quale sono memorizzate le informazioni destinate ad essere lette anche tramite un telefono cellulare o uno smartphone.



Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: