Durante questo periodo di vacanze natalizie si è verificata la chiusura di tutte le  strutture bibliotecarie dell’Università di Modena e Reggio Emilia, eccetto per la biblioteca medica. Come Unione universitaria è da diversi anni che stiamo denunciando che a fronte di un numero sempre maggiore di studenti che decidono di iscriversi nel nostro Ateneo, mancano ancora alcune strutture di base come i servizi bibliotecari.  

In molte città universitarie durante il periodo natalizio rimangono comunque operative alcune biblioteche e sale studio per consentire agli studenti di potersi preparare per la sessione invernale di esami.

A Modena e Reggio non siamo ancora riusciti a far fronte a questa esigenza, quest’anno addirittura le biblioteche del circuito comunale sono state prese d’assalto dagli studenti rimasti in città con scene di file lunghissime per trovare una piccola postazione di studio, come documentato dalla Gazzetta di Modena.

Come evidenziato anche nell’articolo della Gazzetta, Unione Universitaria ha condotto un sondaggio tra gli studenti riguardanti i disagi per la chiusura delle biblioteche e dopo gli ultimi avvenimenti nessuno potrà più far finta di questo problema. Durante questo anno riprenderemo il confronto con le istituzioni per provare a definire un progetto sul lungo termine per rendere a portata dello studente il sistema bibliotecario dell’ateneo.

La sfida per una città che vuole diventare universitaria è questa: evitare che si verifichi puntualmente questo disagio, come sindacato studentesco ci impegneremo per favorirne il processo di risoluzione.

L’esecutivo di Unione Universitaria – Udu Modena e Reggio Emilia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: